<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=50912&amp;fmt=gif">

Black Friday e cyberminacce: occhio all'email phishing

[fa icon="calendar"] 25/11/19 16.34 / da Cristiano Pastorello

Black Friday e cyberminacce: occhio all'email phishing

In occasione del Black Friday piovono e-mail contenenti offerte irrinunciabili spedite da attività commerciali sia digitali che fisiche. Tutti approfittano di questa opportunità per avere un'occasione in più di vendere i propri prodotti o servizi in promozione. Ma sei sicuro che tra le tante email, quella più attraente sia proprio l’occasione della vita? E se si trattasse di email phishing?

L’occasione commerciale per eccellenza, il Black Friday, potrebbe essere anche la porta d’accesso ai tuoi dati più preziosi: le tue password. In questo articolo ti fornisco tutti i consigli da seguire per difenderti dalle potenziali minacce che in questi giorni purtroppo, proliferano sulle caselle email.

La verità è che, purtroppo, occasioni irrinunciabili per lo shopping online coincidono anche con occasioni irrinunciabili per cyber terroristi per sferrare attacchi.

Come fai a riconoscere il pericolo e a non cadere vittima del Phishing?

Ecco alcune soluzioni che ti aiuteranno a identificare e a difenderti dalle e-mail di phishing, evitando così di cadere vittima delle truffe online. 

  1. Controllare sempre il link e il mittente della mail prima di cliccare qualunque indirizzo, ancora meglio evitare cliccare sul link, ma copiarlo invece nella barra dove si inserisce l’indirizzo del browser.
  1. Prima di cliccare su un qualunque link, bisogna verificare che l’indirizzo mostrato è davvero lo stesso indirizzo Internet al quale il link condurrà. Un controllo che può essere effettuato in modo semplice, passando il mouse sopra il link stesso.
  1. Usare solo connessioni sicure, in particolar modo quando si accede a siti sensibili. Come precauzione minima, si consiglia di non sfruttare connessioni sconosciute né tantomeno i Wi-Fi pubblici, senza una password di protezione. Se vogliamo una maggiore sicurezza, abbiamo l’opportunità di installare VPN che possono cifrare il traffico. Perché va ricordato sempre che in caso di utilizzo di una connessione non sicura, i cybercriminali possono reindirizzarci, senza essere visti, a pagine di phishing.
  1. Utilizzare una soluzione che consente di bloccare attacchi di phishing all’interno della propria rete aziendale, fornendo poi una interfaccia semplice agli utenti per evitare che “abboccano” alle e-mail fasulle.

Leggi anche questi approfondimenti sul phishing.

Considera infine che se tu, o i tuoi dipendenti, cadete in una di queste trappole mentre siete connessi alla rete aziendale, il furto di dati potrebbe essere enormemente più problematico, con un data breach da comunicare all'autorità in caso di furto di dati sensibili dei tuoi dipendenti o dei tuoi clienti.

Segui questi consigli e il Black Friday sarà solo ciò che dovrebbe essere, ovvero un'occasione per comprare a prezzo scontato qualcosa di cui hai bisogno.

Inoltre, se vuoi proteggere al meglio i tuoi dispositivi in azienda, utilizza le migliori armi. In questa guida, scritta dal Team Data Protection Expert di Archimedia, abbiamo spiegato le 7 cose più importanti per valutare il miglior prodotto per la sicurezza della tua posta elettronica.

Clicca qui sotto per ricevere subito la tua copia via email.

scegliere-miglior-antispam

 

Categorie: Mobile Security, Email Security

Cristiano Pastorello

Scritto da Cristiano Pastorello

Information Security Manager & Privacy Officer presso ArchiMedia srl. Nonostante i miei studi partiti come geometra, la mia passione per il pc e per tutto quello che sta oltre a quell'involucro di plastica mi hanno trascinato completamente nel settore dell'informatica, tanto da diventare Information Security Manager di ArchiMedia. In questi anni ho seguito importanti progetti come quelli che riguardano la sicurezza informatica del Comune di Verona e di Italscania. In questo ultimo periodo ho deciso inoltre di specializzarmi sul campo del Data Protection ottenendo la Certificazione Federprivacy come Privacy Officer.