<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=50912&amp;fmt=gif">

Sicurezza Posta Elettronica, Nemici e Come Neutralizzarli

[fa icon="calendar"] 24/11/17 18.02 / da Cristiano Pastorello

Sicurezza-Posta-Elettronica,-Nemici-e-Come-Neutralizzarli.jpg

La tanto usata e amata posta elettronica che tutti usiamo regolarmente ogni giorno per comunicazioni più o meno importanti, oltre ad essere uno strumento di lavoro utile e a volte indispensabile, nasconde anche molte insidie.

Spam

Uno dei problemi principali è rappresentato dallo spam, che seppur nella maggior parte dei casi è solamente molto fastidioso, in quanto ci intasa e ci riempie la casella di posta di mail spazzatura, a volte i link contenuti in queste mail possono ridirigere a siti malevoli.

Oggi quasi tutti conoscono i modi per contrassegnare i messaggi da mittente indesiderato in modo che finiscano in una cartella apposita da svuotare di tanto in tanto.

Phishing

Qui entriamo nelle minacce che possono arrecare danni seri.

Il problema più grave legato alle e-mail è quello rappresentato dal phishing, che in sostanza consiste nell'arrivo di mail fraudolente che fingono di essere mittenti attendibili.

I mittenti di mail di phishing solitamente si riferiscono a verosimili siti bancari o di servizi, come poste o Agenzia delle entrate. Ti inducono ad accedere a pagine web create ad hoc, verosimili e somiglianti alle originali, per farti inserire le credenziali di accesso, o il numero di carta di credito, per poi rubarti codici personali di pagamento. 

Altro problema del phishing è la possibilità che all’interno delle mail ci siano link che portano al download di software malevolo.

Virus, Worm e Malware

Non mancano poi i classici virus, worm e malware di ogni tipo, da quelli più “innocui” che ti cambiano le pagine preferite del browser facendoti puntare a siti di dubbia natura, ai più temuti cryptovirus che cifrano i dati del pc, richiedendo poi il pagamento di un riscatto monetario per farci riavere tutti in nostri dati, altrimenti persi per sempre.

 

L'Antidoto

Ma allora come si può fare per difendersi da queste insidie che giornalmente affollano le caselle di posta della nostra organizzazione e garantire la completa sicurezza posta elettronica? Il metodo più semplice è quello di dotare l’infrastruttura di posta di un buon sistema antispam.

Uno dei migliori antispam attualmente in commercio e senza dubbio L’Email Security Virtual Appliance creato da Libra Esva, un prodotto completamente Italiano, che si affida a tecniche di filtraggio mail che riescono a garantire un livello di Spam Catch Rate del 99,98% e un livello di falsi positivi dello 0,02%.

Tutto questo grazie ad algoritmi che riescono a capire con estrema accuratezza quali mail sono spam o phishing e quali no (compreso lo spam italiano, spesso non riconosciuto con accuratezza da prodotti esteri) e da motori antivirus multipli, possibilità di attivarne fino a 3 differenti. A tutto questo si unisce una tecnologia, che ancora è assente in moltissimi antispam anche molto blasonati, l’Uri Sandboxing che permette attraverso un servizio in cloud di verificare tutti i link presenti in una mail, e avvisarci nel momento in cui si tenta di aprirli, se sono malevoli o attendibili.

 

Perché ci Piace Libra Esva

Una delle sue caratteristiche più apprezzate è il fatto di potersi integrare con i più svariati servizi di posta attualmente in uso, quindi non solo con server presso la propria infrastruttura aziendale, ma anche con servizi quali Office 365 e Google Apps.

Qui trovi un approfondimento completo su tutto quello che c’è da sapere sulla sicurezza informatica.

Per sapere tutto sugli antispam, scarica subito la guida. Clicca qui sotto per riceverla gratis in formato PDF.

 Product WhitePaper Libra Esva

Categorie: Email Security

Cristiano Pastorello

Scritto da Cristiano Pastorello

Information Security Manager & Privacy Officer presso ArchiMedia srl. Nonostante i miei studi partiti come geometra, la mia passione per il pc e per tutto quello che sta oltre a quell'involucro di plastica mi hanno trascinato completamente nel settore dell'informatica, tanto da diventare Information Security Manager di ArchiMedia. In questi anni ho seguito importanti progetti come quelli che riguardano la sicurezza informatica del Comune di Verona e di Italscania. In questo ultimo periodo ho deciso inoltre di specializzarmi sul campo del Data Protection ottenendo la Certificazione Federprivacy come Privacy Officer.