<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=50912&amp;fmt=gif">

Vulnerability Assessment

Il Vulnerability Assessment è un’efficacie metodologia di test della sicurezza di una rete aziendale basato sull’analisi di tutti gli asset IT, l’individuazione di falle e minacce e la risoluzione delle stesse. Un processo estremamente utile per la continuità aziendale in ogni tipo di business.

 

Cos’è il Vulnerability Assessment?

Il Vulnerabily Assessment è una vera e propria analisi di tutti gli asset IT aziendali, indispensabile per identificare e classificare rischi e vulnerabilità. Mappare l’intera infrastruttura IT permette di evidenziare i potenziali punti critici e quindi di mettere in atto le dovute misure di prevenzione e protezione per il sistema informatico.

Si differenzia dal Penetration Test perché quest’ultimo è un processo volto a dimostrare l’efficacia delle misure di sicurezza implementate, quindi presuppone che già si conoscano le vulnerabilità cui è sottoposta l’infrastruttura IT.

In più, mentre il Penetration Test non è sempre consigliato (perché potrebbe portare all’indisponibilità dei dati aziendali, quindi richiede un ambiente di test dedicato) il Vulnerability Assessment è altamente consigliato, se non indispensabile per garantire la business continuity.

 

Perché le aziende devono fare un Vulnerability Assessment?

Questo è un vero punto cruciale, soprattutto se consideriamo che tra le aziende ancora oggi c’è molta disinformazione e superficialità a proposito di sicurezza informatica.

Molti imprenditori sono ancora convinti che basti acquistare licenze e software per ritenersi protetti. In realtà, come sosteniamo sempre, la sicurezza informatica non è un prodotto, ma un processo: dotarsi di applicazioni antivirus, firewall e simili spesso non è sufficiente perché la vulnerabilità può nascondersi dietro la loro stessa configurazione… bisogna conoscere bene il prodotto per usarlo in modo efficacie.

Altra errata convinzione delle aziende è quella di non essere davvero a rischio. L’idea di fondo è di non rappresentare un potenziale bersaglio agli occhi degli hacker. L’esperienza invece dimostra che spesso gli attacchi informatici non mirano ad aziende specifiche quanto a “sparare nel mucchio”. Colpire tante piccole aziende in molti casi da più probabilità di successo piuttosto che attaccare un solo “gigante”.

Il Vulnerability Assessment si inserisce proprio tra questi 2 falsi miti: da un lato permette di dimostrare la presenza di possibili minacce, dall’altro consente anche di individuare in modo preciso le soluzioni più idonee alle minacce rilevate, ottimizzando così anche gli investimenti richiesti.

 

Vulnerability Assessment: i passaggi da seguire

In che modo procedere per una corretta procedura di Vulnerability Assessment?

La prima cosa da fare è identificare tutte le vulnerabilità cui sono sottoposti i sistemi perimetrali di protezione della rete aziendale quali firewall, antispam proxy o il router. Dato che gli hacker sono sempre alla ricerca di nuovi modi per intrufolarsi nelle reti, è necessario che il controllo delle vulnerabilità sia fatto con cadenza periodica, aggiornando costantemente i firmware con le opportune patch di sicurezza rilasciate dal fornitore.

In più, è opportuno scansionare l’infrastruttura IT ogni volta che vengono introdotti nuovi asset o nuove tecnologie. Ogni innovazione apportata all’infrastruttura può rappresentare una falla per l’intera rete.

Il processo di Vulnerability Assessment poi deve monitorare anche la configurazione del sistema. La logica è la stessa citata prima a proposito delle errate convinzioni delle aziende sul piano della sicurezza: non basta innovare con nuovi prodotti hardware o software, bisogna anche implementarli in maniera corretta, adattandoli alle caratteristiche ed esigenze specifiche del proprio business.

Ultima valutazione (forse la più importante) è l’impatto del sistema di sicurezza nella protezione dei dati. La sicurezza dei dati è una garanzia sia per l’azienda in sé che per conquistare e mantenere la fiducia dei clienti.

 

Leggi anche dal nostro Blog:

 

Il Vulnerability Assessment è un metodo di test estremamente efficacie, ma che non può essere improvvisato! Servono conoscenze tecniche precise e comprovata esperienza per individuare e correggere ogni possibile vulnerabilità.

Mettiti in contatto con noi, insieme elaboreremo un piano d'azione ad hoc.

contatta i nostri esperti

Categorie: Mobile Security, Network Security, Email Security

Cristiano Pastorello

Scritto da Cristiano Pastorello

Information Security Manager & Privacy Officer presso ArchiMedia srl. Nonostante i miei studi partiti come geometra, la mia passione per il pc e per tutto quello che sta oltre a quell'involucro di plastica mi hanno trascinato completamente nel settore dell'informatica, tanto da diventare Information Security Manager di ArchiMedia. In questi anni ho seguito importanti progetti come quelli che riguardano la sicurezza informatica del Comune di Verona e di Italscania. In questo ultimo periodo ho deciso inoltre di specializzarmi sul campo del Data Protection ottenendo la Certificazione Federprivacy come Privacy Officer.

ISCRIVITI SUBITO!